TORNEO DELLA PACE: TERZO POSTO ALL’U16

CANNARA (Perugia) – Allo stadio “Spoletini” di Cannara (Pg) la finale per il terzo e quarto posto 

della 7^ edizione del Torneo della Pace ha ridato alla LND quello che la semifinale aveva tolto. Questa volta la selezione ha vinto ai rigori per 5-2 contro gli Emirati Arabi Uniti. La squadra di Andrea Albanese si piazza terza come nel 2019.

In questa finale come in tutto il Torneo la LND è apparsa equilibrata in tutti i reparti, dotata di ottime individualità e capace di esprimersi con una manovra fluida ed ordinata. Anche oggi la LND ha compiuto l’ennesima rimonta prodigiosa. Pronti via l’UAE è andata in vantaggio poi con la calma dei forti gli azzurri hanno risalito la china trovando il pari con Capone su rigore al 10’ della ripresa. Anche in questa occasione la LND poteva archiviare la pratica ma i legni hanno vibrato come in tutto il resto del torneo. Questa volta sono stati Capone e De Stefani a colpire traversa e palo portando la LND in doppia cifra per i legni centrati. La partita si è decisa ai rigori, Blasizza è stato fenomenale, i compagni infallibili dal dischetto e alla fine la Rappresentativa si è presa un terzo posto più che meritato. L’Under 16 è stata premiata dal Consigliere del Comitato Regionale Umbria Roberto Damaschi.

Un gruppo generoso che ha segnato undici gol in sette partite, una Rappresentativa che ha dimostrato una grande facilità nel creare occasioni da rete, una squadra fatta di sacrificio e applicazioni costanti.

I ragazzi di Andrea Albanese hanno dimenticato in fretta la delusione di ieri con il Dainava e sono scesi in campo con un entusiasmo e una determinazione da grande squadra. Non era facile ritrovare le motivazioni a poche ore dal ko ai rigori in semifinale invece questo gruppo ha dimostrato di avere talento e voglia di stupire.
Al di là dell’esito finale sono comunque queste le sfide che fanno crescere il movimento dilettantistico italiano. Si può imparare anche dalle sconfitte, da quei pochi minuti in sette gare che hanno cambiato il destino della Rappresentativa.

Andrea Albanese fa un bilancio di questa esperienza: ”I ragazzi mi hanno convinto sia sul piano del gioco sia per quanto riguarda il carattere. Hanno interpretato al meglio lo spirito della LND giocando con coraggio e determinazione. Le vittorie fanno bene ma al di là del risultato numerico conta soprattutto far crescere i talenti per lanciarli nel calcio dei grandi”. Albanese ci tiene a sottolineare un aspetto:”Potevamo e dovevamo vincere la competizione, abbiamo dimostrato sul campo di essere i più forti ma sappiamo tutti che il calcio non è una scienza esatta. Rimane il grande lavoro fatto, il gruppo eccezionale dentro e fuori dal campo, il miglioramento gara dopo gara”.

Con la sfida per il terzo e quarto posto cala il sipario sulla settima edizione della kermesse organizzata dal Comitato Regionale Umbria, sotto l’egida della Lega Nazionale Dilettanti. Una manifestazione in grado di suscitare grande interesse tra gli appassionati di calcio giovanile e tra gli addetti ai lavori, che hanno potuto assistere ad incontri di buon livello e fare la conoscenza sul campo di realtà nuove ed interessanti.

Ultime valutazioni. Questa è una Rappresentativa allestita in pochi raduni che si è dovuta confrontare con club professionistici. La selezione della LND non deve pensare solo a vincere ma anche proporre gioco e giocatori, responsabilizzarli e adeguarsi agli standard europei e mondiali.
Albanese e il suo staff hanno costruito l’identità collettiva della squadra mescolando molte identità individuali dei tanti ragazzi di club Regionali, un’opera riuscita se guardiamo le prestazioni.

La 7^ edizione del Torneo della Pace è stata come un colpo di vento che soffia dal futuro, un attestato di stima per i vivai delle tante società dei campionati regionali che lavorano con impegno e costanza per crescere nuovi talenti o giocatori straordinariamente normali. Bella l’autenticità di questi giovani calciatori, malgrado la comprensibile amarezza per l’eliminazione beffarda. I ragazzi sono sicuramente usciti responsabilizzati da questa esperienza.

LND-Emirati Arabi Uniti 5-2 dtr (1-1)

Under 16 LND (4-3-3): Blasizza; Chimezie, Vaccaro, Lo Presti (Cap.), Luppu; Delli Paoli (15’st De Stefani), Capone, Marchesini (1’st Di Giovanni); Limina, Versaci (32’st Balba), Lombardi. A disp: Tirelli, Dottore, Bragagnolo, Vaccaro, Ceppellesso, Tedeschi. All: Albanese

Emirati Arabi Uniti (4-3-3): Al Ali (12’st Albelooshi); Jafar, Mohammad, Obaid, Naser; Jaber, Alblooshi (Cap.), Alghawi; Almusharrekh, Alhmmadi (15’st Al Darmaki), Alsuwaidi (8’st Aljneibi). All: Gonzales

Arbitro: Giulia Cannizzaro di Foligno

Assistenti: Marco Crostella e Gianluca Innocenti di Foligno

Reti: 7’pt Alhmmadi (U), 10’st rig. Capone (LND)

Sequenza rigori: Limina (LND) gol, Alsuwaidi (U) fuori, Lombardi (LND) gol, Almusharrekh (U) parato, Balba (LND) gol, Jafar (gol), De Stefani (LND) gol

Ammoniti: Al Ali (U)

Recupero: 1’ + 6’

Risultati – Girone B

16 maggio 2022

Dinamo Bucarest-U16 Lega Pro 2-1
RNK Split-Perugia 1-4

17 maggio 2022

Under 16 LND-Dinamo Bucarest 3-4

RNK Split-U16 Lega Pro 0-6

18 maggio 2022

Under 16 Lega Pro-Under 16 LND 1-2

Perugia-Dinamo Bucarest 3-2

19 maggio 2022

Under 16 LND-RNK Split 3-0

U16 Lega Pro-Perugia 1-2

20 maggio 2022

Perugia-Under 16 LND  0-3

Dinamo Bucarest-RNK Split 1-1

Classifica: LND e Perugia 9 punti; Dinamo Bucarest 7; Lega Pro 3; RNK Split 1

Semifinali

21 maggio 2022
Under 16 LND-Dainava Alytus 6-7 dtr (2-2)

UAE-Perugia 6-7 dtr

22 maggio 2022

Finale 3^/4^ posto

Under 16 LND-Emirati Arabi Uniti 5-2 dtr (1-1)

fonte: www.lnd.it